Home --» News--» Stranieri in coda per bambini bulgari malati Le adozioni internazionali sono aumentate alcune volte

Stranieri in coda per bambini bulgari malati Le adozioni internazionali sono aumentate alcune volte

Da Standart, 24.03.2010 – Antoniya Kiumiurgieva

Circa 1200 bambini con lesioni aspettano di essere adottati. I piccoli hanno diagnosi gravi, patologie fisiche e psichiche o sono di età maggiore. Per 66 di loro è stata concessa l’approvazione per adozione all’estero, per 21 il procedimento è gia iniziato, per 78 ci sono richieste presentate, ma gli altri aspettano ancora. I dati sono stati riportati alla Conferenza Nazionale per l’Adozione. Secondo la statistica, l’anno scorso il Ministero della Giustizia ha emesso autorizzazione per adozione internazionale a 220 bambini di età maggiore a 7 anni e con problemi di salute. Le adozioni internazionali sono aumentate alcune volte. Sarebbe grande il desiderio degli adottanti stranieri di accettare bambini bulgari che presentano problemi di salute. E` ciò che ha detto il Ministro della Giustizia Margarita Popova.

Secondo la statistica sono i cittadini americani che scelgono bambini bulgari che non vedono, non sentono, con syndrome di Down o idrocefalia. Gli svedesi scelgono bambini con disturbi più leggeri. I bambini più grandi di solito vanno in famiglie italiane. Alla Conferenza è stata presente la 5-nne Elina, che ha le gambe lese. La procedura per la sua adozione è cominciata nel mese di novembre 2009 ed è terminata il 22 marzo 2010. La sua adottrice è degli USA.

Stando alle parole del Vice ministro Daniela Masheva, a causa del contenuto non corretto e incompleto dell’infromazione medica viene reso difficile il processo di determinazione di adottanti adatti. Ci sono stati dei casi in cui risulta che il bambino ha disturbi solo secondo i documenti.